Bando Talenti della Società Civile

Il Bando dei Talenti della Società Civile realizzato dalla Fondazione CRT e gestito, fin dalla sua nascita dalla Fondazione Giovanni Goria, è nato nel 2009 ed ha rappresentato e tutt’oggi rappresenta un’opportunità concreta per tutti i giovani laureati di talento di Piemonte e Valle d’Aosta, offrendo loro una borsa di ricerca scientifica annuale.

Negli anni il bando di concorso è cambiato ciclicamente rivolgendosi ai laureati in Scienze Umane, poi ai laureati in scienze economiche e nelle cosiddette Scienze dure. A questi si sono poi affiancate le borse specifiche, dedicate all’imprenditorialità, per tutti coloro che avessero un’idea imprenditoriale da sviluppare e concretizzare.

Ad oggi, dopo 10 anni di attività, sono circa 665 i giovani che hanno beneficiato della borsa offerta dal Bando dei Talenti della Società Civile, un gruppo che rappresenta l’eccellenza dei ricercatori del territorio di riferimento.

Il progetto Bando Talenti della Società Civile nasce nel 2009 con la sua prima edizione in collaborazione con la Fondazione CRT. Il bando è finalizzato all’assegnazione di borse di ricerca scientifica ed intende:

  • promuovere un percorso di fertilizzazione incrociata tra il mondo della ricerca ed i suoi risvolti applicativi prevalentemente nelle istituzioni operanti sul territorio di Piemonte e Valle d’Aosta;
  • favorire un processo di eccellenza nelle Scienze Umane e Sociali partendo dal prezioso capitale dei giovani laureati, mediante l’interazione del mondo accademico con istituzioni operanti al di fuori degli Atenei;
  • promuovere il reclutamento di giovani laureati nelle Scienze Umane e Sociali, in ambiti lavorativi extra universitari.

Si tratta di un bando post-universitario, rivolto a tutti coloro in possesso della laurea specialistica oppure della laurea magistrale – vecchio ordinamento.

Il bando, oltre a prevedere una realtà ospitante preso la quale svolgere il progetto di ricerca, prevede obbligatoriamente la supervisione di un tutor scientifico accademico delle università piemontesi oppure valdostane.

Coordinare il progetto “Bando Talenti della Società Civile” ha permesso alla Fondazione Goria di entrare in contatto con i migliori studenti, ricercatori e docenti presenti sul territorio. Questo ha dato la possibilità alla Fondazione stessa di approfondire tematiche non ancora toccate dalla propria attività ed ampliare i propri orizzonti di studio e ricerca. L’attenzione che i media hanno dedicato al Bando Talenti della Società Civile ha influito sia a livello locale sia nazionale sulla notorietà della Fondazione Goria e ha fatto sì che un pubblico sempre maggiore abbia iniziato ad usufruire dei servizi da essa erogati.

La maggior parte delle ricerche in corso si distinguono proprio per il loro carattere operativo, si denotano per l’utilizzo di ricerca applicata ed offrono alla Società Civile un reale contributo.

Dal 2009 ad oggi si sono susseguite dieci edizioni, il 2010, il 2011, il 2013, il 2014, il 2015, il 2016, il 2017, il 2017 e il 2019.

L’edizione 2019 del bando ‘Talenti della Società civile’ della Fondazione CRT, che assegna borse di ricerca a laureati e studenti universitari degli Atenei del Piemonte e della Valle d’Aosta che sviluppino progetti innovativi imprenditoriali e di ricerca, prevalentemente presso realtà non profit o aziende del territorio si è chiuso il 31 ottobre scorso.

Il bando prevedeva due tipologie di borse: quelle di ricerca standard per lo sviluppo del territorio, della durata di 12 mesi, per un valore di 18.000 euro lordi ciascuna (di cui almeno 3.000 euro di cofinanziamento) per progetti afferenti tutte le aree disciplinari (scientifico-tecnologica, umanistico-sociale, sanitaria); borse per la promozione dell’imprenditorialità studentesca, destinate a team di studenti universitari con competenze differenti e complementari per lo sviluppo di un’idea imprenditoriale. Questa tipologia, della durata di 6 mesi e del valore di 4.000 euro lordi per ciascun membro del team, non prevede cofinanziamento autonomamente reperito.

Hanno potuto candidarsi i laureati fino a 30 anni di età (con laurea di primo livello, laurea specialistica o magistrale, laurea a ciclo unico) e gli studenti regolarmente iscritti fino a 25 anni d’età e tutti coloro che avranno conseguito la laurea entro il 30 novembre 2019.

Sono state inserite due nuove tipologie di borsa di ricerca.

Borsa di Studio dell’imprenditorialità studentesca: della durata di 6 mesi del valore di 4.000 lordi a candidato e non prevede cofinanziamento. È destinata a team di studenti (3/4) provenienti dalle Università del Piemonte e della Valle d’Aosta e iscritti a Corsi di Laurea differenti, al fine di valorizzare le diverse competenze e l’interdisciplinarità che consentano loro di sviluppare insieme un’idea imprenditoriale.

Borsa di studio Standard – Sviluppo del Territorio: della durata di 12 mesi e del valore di 18.000 euro lordi (di cui almeno 3.000 euro di cofinanziamento) direttamente connessa allo sviluppo del territorio di Piemonte e valle d’Aosta in diversi ambiti, quali ad esempio green, sostenibilità agroalimentare, progetti mirati a migliorare la qualità delle produzioni agricole e dell’ambiente, prevenzioni rischi idrogeologici e incendi, bonifica, miglioramento delle infrastrutture, accessibilità, etc. Questa tipologia di borsa è destinata a laureati nei settori disciplinari: Scienze matematiche e informatiche, Scienze della terra; Scienze biologiche e naturali, Scienze agrarie e veterinarie, Scienze economiche e statistiche, Scienze fisiche, Scienze chimiche, Scienze mediche, Ingegneria, Architettura. I candidati dovranno sviluppare progetti di ricerca prevalentemente presso realtà non profit o aziende del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Vai al Bando 2020

Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist